Il porto turistico: un obiettivo storico.

ottobre 2007

Abbiamo avuto la fortuna, fatto pressoché unico nel Mediterraneo, di avere un porto naturale incastonato nel centro storico. Il progetto del porto turistico, permetterà a Siracusa di recuperare l’antica tradizione di collegamenti tra il suo porto e le città del Mediterraneo, rilanciando il suo ruolo di antica capitale, un tempo approdo strategico per lo sviluppo del Mediterraneo e dell’Europa. Oggi, come allora, Siracusa ritrova la possibilità di sfruttare la più naturale delle sue risorse, il mare, per proseguire il proprio percorso di sviluppo economico, culturale e turistico grazie alla sua posizione strategica nel Mediterraneo.

La ratifica dell’accordo di programma del porto turistico, da parte del Consiglio comunale, porta a compimento un accordo strategico per la città e per il suo mare, un obiettivo inseguito per decenni e realizzato grazie al costante impegno dell'amministrazione Bufardeci, di tutto il Consiglio dei tecnici coinvolti nella progettazione, dell’Acqua Pia Antica Marcia, e della Marina di Archimede, anche per gli interventi aggiuntivi che ha previsto a tutela della flotta peschereccia.

La straordinaria opportunità di quest’opera segna un momento storico per la città e l’intero territorio, dinanzi alla quale non possiamo permetterci di farci trovare impreparati. Dobbiamo intensificare i nostri sforzi per migliorare le strutture ricettive della città, sia in termini quantitativi che qualitativi: la realizzazione delle banchine per le navi da crociera comporterà un notevole aumento dei flussi turistici, ai quali sarà necessario far fronte pianificando un'offerta capace di rispondere a più segmenti di mercato.

La posa della prima pietra (pdf)

Il progetto (pdf)

 

 

in cantiere: il Porto Turistico, planimetria

in cantiere: il Porto Turistico, Centro Direzionale